Usiamo i cookies perchè tu abbia la migliore esperienza di navigazione. Se continui a utilizzare questo sito noi pensiamo che tu ne sia felice.

 

 Missione Capitale dai monti di Pistoia a Modena

 

Raccolti fondi per la comunità terremotata di Posta

 

 

 

Jazz e reading comico nel teatro Arciliuto di Roma con Arianna Safonov

 

San Marcello Pistoiese, 22 febbraio 2017 – “Le cose accadono se ci sono volontà e determinazione di farle accadere. E ieri sera, all’Arciliuto di Roma, volontà di esserci e di condividere ce n’è stata in abbondanza”. Così Federico Pagliai, scrittore e presidente di Letterappenninica, in un suo commento a caldo, affidato al suo profilo Facebook, sulla “missione romana” che l’associazione culturale delle montagne pistoiesi e modenesi ha compiuto ieri sera, martedì 21 febbraio, a Roma per raccogliere ancora fondi da destinare alla comunità terremotata di Posta, piccolo comune nel reatino.

Grazie all’interessamento di un’altra scrittrice e attrice comica l’anno scorso ospite della rassegna estiva promossa da LetterAppenninica, Arianna Safonov, e grazie alla sensibilità del teatro Arciliuto diretto da Giovanni Samaritani (un piccolo gioiello in un palazzo rinascimentale nella Roma limitrofa a Piazza Navona), una delegazione delle montagne tosco-emiliane ha ricevuto i proventi di uno spettacolo teatrale curato dalla stessa Safonov con il gruppo jazz “I Nu”.

Gli artisti si sono esibiti gratuitamente e la direzione del teatro ha rinunciato a ogni compenso: i denari raccolti vanno dunque a incrementare la somma già disponibile per acquistare quella struttura in legno chiesta dalla sindaca di Posta, Serenella Clarice, per ospitare un centro sociale a servizio della piccola (circa 700 persone) comunità di quell’Appennino.

Le finalità della serata (improvvisazione jazz e reading con lo stile, decisamente ironico, di Arianna Safonov) sono state introdotte sia da Pagliai che dalla sindaca Clarice. Della delegazione faceva parte anche il sindaco di Fiumalbo (Modena) Mirto Campi e non è mancato, per Letterappenninica e i suoi progetti, il forte sostegno di Mauro Corona. Le gradinate del teatro erano colme di pubblico, fra cui anche alcuni cittadini di Posta residenti nella capitale.

La raccolta fondi – ricorda Pagliai – resterà aperta fino al 28 febbraio e subito dopo verrà acquistata la struttura per essere poi portata, e montata, in uno spazio già predisposto dall’Amministrazione Comunale di Posta. “Un ringraziamento particolare – sempre parole di Federico Pagliai – ad Arianna Safonov per la generosità dimostrata con il suo spettacolo, Onde Ritmiche, verso la causa di LetterAppenninica. E un grazie anche agli artisti dei gruppo “I Nu” nonché alla direzione del teatro per una non comune sensibilità”.

 

 

 

  • LUNA                                            
  • SCARPONI 
  • NEVEROSA 
  • UCCELLINO 
  • ARCOBALENO

LetterAppenninica

FESTIVAL DELLA MONTAGNA

Rassegna culturale di promozione della scrittura, lettura, poesia

e conoscenza della Montagna Appenninica e delle sue Genti

come "Luogo del Buon Vivere"


... siate numerosi e se faremo errori... ci correggerete!

aquila

 Volteggia l’aquila sui crinali appenninici. Non conosce confini, quelli li fissano gli uomini. Raccoglie voci e atmosfere di genti, luoghi, usi e costumi di chi abita su quelle terre. Stessa volontà di Letterappenninica, un evento culturale ideato da alcuni appassionati di vita di Appennino, che si svolge su tutta la montagna pistoiese e non solo, con la partecipazione di autori, artisti, disegnatori e artigiani che a vario titolo hanno trattato di Appennini in tutta Italia.Vi aspettiamo, per conoscersi, confrontarsi, andare oltre i confini.

Come il volo di un’aquila insegna… intanto seguiteci su queste pagine!

 

 

LetterAppenninica 2016

dal 5 al 7 Agosto

25 appuntamenti sulle montagne tra Pistoia, Lucca, Bologna e Modena

(Abetone, Cutigliano, S. Marcello P.se, Piteglio, Sambuca P.se, Bagni di Lucca, Fiumalbo)

 


 

Chi Siamo.....

 

 

DIRETTORE ARTISTICO

Federico Pagliai (il Sassa)

CAST

Federico Pagliai
Tommaso Braccesi
Marina Lauri
Mauro Banchini
Rosanna Sichi
Alice sobrero
Sura bizzarri

CONTATTI

Federico Pagliai (il Sassa) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Sura Bizzarri (l'Ancella) Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

      FACEBOOK  Letterappenninica       

TWITTER  @LAppenninica

La nostra storia

L’ idea “Letterappennininica” somiglia a uno di quei tanti ruscelli che solcano i pendii di una montagna nei mesi del disgelo. Nasce dalla volontà di un risveglio, dall’ interesse di un gruppo di uomini e donne per la montagna appennininica, per la vita di migliaia di borghi aggrappati ai crinali e dalla passione per la cultura in generale.

Nell’ aprile del 2014, parlai del progetto “ Letterappenninica” con Tommaso Braccesi, attuale Sindaco di Cutigliano, Marina Lauri, Mauro Banchini, Sura Bizzari, Alice Sobrero e Ceccarelli Rosanna. Andai a “colpo sicuro”, sapevo della loro passione per la montagna e per la cultura ad essa collegata. Nacque sin da subito un’ottima condivisione e, soprattutto, l’ obiettivo di organizzare sulla Montagna Pistoiese un evento che radunasse artisti, autori e cantori che, a vario titolo, hanno dato voce agli Appennini di tutta Italia.

Terre bellissime, gli Appennini ma, spesso, chiuse dentro vallate che riflettono solo loro stesse. Ci voleva un qualcosa, una rassegna a caratura nazionale, che facesse in modo che tutte queste valli, e le voci che ne parlavano, si trovassero radunate, vivessero l’ opportunità della linfa vitale di un confronto, potessero percepire i crinali come cerniere che collegano e non come situazioni di divisione.

Sono trascorsi diversi mesi da quelle prime incerte gocce di acqua che sfuggivano dall’ immobilismo della neve. Oggi, maggio 2015, “Letterappenninica” è pronta a partire, a richiamare altri ruscelli di crinale e di sapere legato alla vita della gente di Appennino di Italia. Non resta, a questo punto, che attendere la prima edizione, denominata “Letterappenninica anno zero” per ascoltare nelle vie, piazze e luoghi caratteristici della Montagna Pistoiese chi di Appennini ha scritto, parlato, cantato…

Chi, insomma, queste terre le ha vissute. Come noi, gente di Appennino.

Federico Pagliai.

poggio delle ignude

Argomenti Popolari

Sito realizzato con la collaborazione di Fabrizio Fidati
stazione-maresca.jpg

Visitors Counter

16888
TodayToday17
YesterdayYesterday20
This_WeekThis_Week37
This_MonthThis_Month480
All_DaysAll_Days16888