Luoghi

San Marcello

il parco delle stelle

Percorrere una strada che si arrampica verso i boschi e il crinale tosco emiliano…E trovarsi in un luogo limite, sospeso tra la terra resa oro dalle graminacee cotte dal sole e un cielo abitato da tutti i pianeti del sistema solare…Ebbene questo luogo esiste, e’ poco sopra San Marcello Pistoiese e si chiama ” Parco delle Stelle”. Inaugurato circa un anno fa e sorto accanto alla cupola argentata dell osservatorio astronomico, uno dei più validi in Italia

spignana

Piccolo e grazioso paese arroccato alle pendici del monte Cornacchio, che domina la valle della Verdiana la più selvaggia dal punto di vista naturalistico della montagna pistoiese.

Ormai gli abitanti sono pochi, ma il paese si presenta piuttosto vivo nel corso dell’anno, soprattutto quando la stagione estiva permette di vivere la piazzetta che raduna tutti i paesani che intendono frescheggiare attraverso una normalissima, e forse oggi inconsueta, vita sociale. Qua i bambini scorrazzano felici in piena libertà lanciando urla che si perdono fra le strette vie della piccola chiesa e del suo campanile, una volta torre di difesa, a costruzione probabilmente medioevale (1201). L’esposizione del paese a sud ovest risulta protetta e poco umida e si può ammirare il tramonto del sole che si immerge fra la penna di Lucchio ed il monte Memoriante in un mare reso verde dalla vegetazione. Di fronte si trova il monte Castello, dove attualmente sono state riscoperte le vecchie fondamenta del Castel di Mura (epoca medioevale anch’esso) dal quale il Capitano della montagna controllava le vallate e legiferava il buon vivere dei montani. In passato anche gli americani scelsero la loro dimora a Spignana, qui installarono le cucine che dovevano servire i militi  sulla vicina linea gotica. I ragazzini di allora, oggi anziani, in cambio di mano d’opera riuscivano a portare a casa gli scarti di quelle cucine assieme a qualche cingomma e/o sigaretta.. Tanti personaggi hanno villeggiato nel paese …l’ultimo pare sia stato un certo Gino Bartali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *